Notizie

22 febbraio 2019: nona udienza del processo

Hanno testimoniato due agenti del Reparto Operazioni Speciali:
  1. il primo agente ha riferito di aver estratto dai dispositivi sequestrati all’imputato i files di immagini e video più volte proiettati durante l’istruttoria; la sua testimonianza è stata breve e molto tecnica, vertendo principalmente sulle modalità di estrazione dati;
  2. il secondo agente ha invece contribuito alle indagini prededenti l’arresto dell’imputato, alla successiva analisi dei materiali sequestrati e delle informazioni rilasciate dall’imputato durante gli interrogatori; ha reso una chiara e precisa descrizione degli elementi emersi durante le indagini ed ha confermato la posizione dell’imputato sulla collina di Karachun, la tipologia di armi in possesso alla GNU e le rispettive gittate / lunghezze di tiro utile: questi dati collimano con le testimonianze sentite fino ad ora, con la ricostruzione dei fatti elaborata dalla Procura di Pavia e con quella del giornalista Williamo Roguelon, superstite dell’attacco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.